Telefono 371 323 4010

Aspis Edizioni La Quarta Teoria Politica Ciò che la Quarta teoria politica è, nella forma di ciò a cui si oppone, è ormai chiaro. Non è fasci.. Product #: ISBN 978-88-32289-046 Regular price: 28.00€ 28.00€ Disponibile

La Quarta Teoria Politica

Codice del prodotto: ISBN 978-88-32289-046
Disponibilità: Disponibile
Peso: 480.00gr

Prezzo: 28.00€

- +

Ciò che la Quarta teoria politica è, nella forma di ciò a cui si oppone, è ormai chiaro. Non è fascismo, né comunismo, né liberalismo. Questa negazione costitutiva è significativa, perchè incarna la nostra determinazione di andare oltre i soliti, vetusti paradigmi ideologici e politici, e di sforzarci a vincere l’inerzia dei cliché nel pensiero politico. Già solo questo è un invito stimolante per uno spirito libero e una mente pensante. Proprio non capisco perchè alcuni, di fronte all’idea di una Quarta teoria politica, non si affrettano a stappare una bottiglia di champagne, ballando e applaudendo per celebrare la scoperta di nuovi orizzonti. Dopotutto, è una sorta di Nuovo anno filosofico, un entusiasmante salto nel buio. Il Vecchio anno ha testimoniato gli sforzi delle tre ideologie politiche - una delle quali sanguinosa al punto da reclamare le vite di milioni di persone. Tutte le critiche del liberalismo provenivano da parte fascista, o comunista. Questi approcci critici ora sono superati, ma la più vecchia delle vecchie ideologie è ancora qua: il liberalismo è ciò che rimane del Vecchio anno, il suo residuo, un passato incerto che non è stato fatto precipitare nell’oblio come si deve. È già passato, ma in nessun modo vuole congedarsi del tutto. In breve, è una chimera, “il drago che ha inghiottito il sole”, o “gli spiriti malvagi che hanno rapito la fanciulla di neve” prima del nuovo anno. In un certo senso, il liberalismo incarna tutto il passato. La  Quarta teoria politica è il nome di una rivoluzione e di un nuovo inizio.

Aleksandr Gel’evič Dugin, nato a Mosca nel 1962, è filosofo, politologo, sociologo e cultore di geopolitica. Esponente del neo-eurasiatismo, è stato il primo leader del partito Nazional-Bolscevico, fondato insieme ad Eduard Limonov. Considerato, più a torto che a ragione, l’ideologo di  Vladimir Putin - su cui scrive un saggio a cavallo tra la politica e l’escatologia - teorizza la Quarta Teoria Politica, che si prefigge come obiettivo di superare liberalismo, comunismo e fascismo, reinterpretando ecletticamente alcuni concetti di Heidegger e combinandolicon la cultura   ortodossa russa.

 

pagamenti accettati

                      aspislogoweb

Via Crema, 15 - 20135 Milano
Partita IVA 10610070962

Email: info@aspisedizioni.it

Entra nel tuo account